Visualizzazioni totali

domenica 11 ottobre 2015

La Storia Della Nazionale Gallese Di Calcio: Mondiali ed Europei

La Nazionale Gallese è stata, nella sua storia, fucina di grandissimi giocatori e leggende.
Quasi mai però i grandi nomi si sono tradotti in buoni risultati.
Dai recenti Gareth Bale e Ramsey, passando per l'eterno Giggs, senza scordarci di Ian Rush, Mark Hughes, John Toshack, Bryan Flynn, Billy Meredith, Gary Speed, Neville Southall, etc
12 furono comunque i tornei interbritannici vinti dai Gallesi (l'ultimo nel 1970).
Ma quello per cui il Galles è principalmente ricordato è la squadra che nel 1958, ai Mondiali, mise in difficoltà il Brasile di Pelè.

Borel su John Charles: «Sono oltre trent’anni che seguo il gioco del calcio e posso dire che mai nessun atleta mi ha impressionato nel gioco di testa, come Charles. 
È senz’altro favorito dalla statura, ma sa contemporaneamente saltare e colpire, con una precisione mai vista fino a quel momento. 
Nel gioco di testa è completo, sa effettuare il tiro diretto in porta con precisione e potenza e, nel medesimo tempo, sa effettuare il passaggio breve e preciso, per mettere il compagno nelle condizioni migliori per giocare la palla».  


MONDIALE 1958 (QUARTI DI FINALE)
Come detto, l'unica competizione mondiale a cui gallesi hanno preso parte è il mondiale del 1958.
Per la verità andrebbe sottolineato che alle prime 5 edizioni del mondiale (1930, 1934, 1938, 1950, 1954) non presero parte per loro scelta (principalmente dissidi con la federazione).
Quello del 1958 è il primo ed unico mondiale dove i dragoni riuscirono a qualificarsi.
Curiosamente a quell'edizione si qualificarono, oltre al Galles ed ovviamente all'Inghilterra, anche Scozia e Nord Irlanda.
Il Galles approdò alla Coppa del Mondo 1958 (che si teneva in Svezia), grazie ad uno spareggio contro Israele.
I Dragoni vinsero facile sia all'andata che al ritorno: 2-0 al Ramat Gan Stadium e sempre 2-0 al Ninian Park di Cardiff ottenendo così la qualificazione al campionato mondiale di Calcio.
Era il Galles di John Charles(Juventus), Cliff Jones(Tottenham) ed Ivor Allchurch(Swansea).
In Svezia il Galles fu inserito nel gruppo C con i padroni di casa, l'Ungheria e il Messico: i gallesi figurarono molto bene, riuscendo a passare il turno tramite uno spareggio.
Per la verità arrivarono 3 pareggi: doppio 1-1 con Ungheria(Charles) e Messico(Allchurch) e 0-0 contro la Svezia.
Fu necessario uno spareggio, dove i gallesi finalmente si sbloccarono e batterono 2-1 l'Ungheria grazie alle reti di Allchurch e Medwin.
Qualificati dunque ai Quarti contro il Brasile.
In quest'ultima gara comunque i Dragoni dovettero sostenere anche l'assenza del loro più forte giocatore: John Charles(infortunato) e subirono una sconfitta per 1-0, unica rete siglata da Pelé al 67esimo.
Il memorabile cammino del Galles al mondiale del 1958 fu di ispirazione per il libro When Pele Broke Our Hearts: Wales And The 1958 World Cup scritto da Mario Risoli, opera dalla quale fu anche tratto un documentario che ricevette una nomination ai Bafta Cymru Awards.


EUROPEI 2016 (SEMIFINALE)
Storia recente invece la prima qualificazione agli Europei del 2016 che avranno sede in Francia dove i gallesi hanno dovuto battere la concorrenza di Belgio, Bosnia, Israele, Cipro ed Andorra.
Il Galles apre il girone di qualificazione battendo 2-1 la Slovacchia.
Match per larga parte dominato dai gallesi (a cui mancano anche 2 rigori ed 1 espulsione a favore): apre Bale, poi pareggiano gli slovacchi, 2-1 di Robson Kanu a 10 minuti dalla fine.
Nella seconda partita il Galles affronta l'Inghilterra.
Primo tempo avaro di emozioni con i gallesi che si portano avanti con una punizione di Bale (complice una disattenzione di Hart), nella ripresa però Hodgson toglie gli irriconoscibili Kane e Sterling e l'Inghilterra rimonta con l'appena entrato Vardy e poi al 92esimo con la rete di Sturridge.
Ultima partita è un comodissimo 3-0 rifilato alla Russia: reti di Ramsey, Taylor e Bale.
Complice lo 0-0 dell'Inghilterra contro la Slovacchia, i dragoni vincono con 7 punti addirittura il gruppo.
Inglesi secondi.
Agli ottavi il Galles becca in un super derby l'Irlanda del Nord.
Match tesissimo e difficilissimo: giocano meglio i nord-irlandesi ma sarà uno sfortunato autogol di McAuley a condannarli alla sconfitta.
Ai quarti di finale l'avversario è il Belgio.
Belgi che passano subito con una rete di Nainggolan ma paradossalmente si spengono qui.
Il Galles pareggia prima con Williams, poi passa con una gran rete di Robson Kanu.
La chiude sul 3-1 Vokes.
La corsa del Galles termina in semifinale: sconfitti 2-0 dal Portogallo (che poi vincerà il torneo).
Nani e C.Ronaldo mandano i gallesi a casa con un uno-due ad inizio ripresa, nonostante una prima frazione di gioco equilibrata.


RECORD CONTRO NAZIONALI MAGGIORI
La nazionale più incontrata è l'Inghilterra: 14 vittorie in 102 partite disputate.
L'ultima vittoria risale a maggio 1984.
Contro il Brasile 1 vittoria (1991) in 10 partite giocate, contro la Germania 2 vittorie in 17 partite giocate(ultima vittoria nel 2002).
Contro l'Italia 2 vittorie in 9 confronti diretti (ultima vittoria il 2-1 del 2002).
Contro la Francia 1 vinta in 4 partite (0-1 del 1982), infine contro la Spagna 1 vittoria in 5 partite (il 3-0 nel 1985).


T'interessano altri articoli su storie sportive(doping, scandali, suicidi, partite vendute, etc) e scommesse?
Qui trovi l'indice completo ed aggiornato del blog:  Indice Storie Sportive(Doping, Suicidi, Partite Vendute, Stake, etc)

Nessun commento:

Posta un commento