Visualizzazioni totali

mercoledì 21 settembre 2016

La Storia Di Keith Gillespie: Casinò, Scommesse e Bancarotta

"Il sabato pomeriggio vado al bar con gli amici a guardare i risultati di calcio, ogni tanto piazzo una scommessa da 20 sterline, ma non riesco nemmeno a ricordare l'ultima volta che ho scommesso sul calcio. 
Le corse di cavalli sono state la mia rovina più grande e ora non ho più alcun interesse verso di loro. 
Quando arrivi alla mia età, hai modo di cogliere gli aspetti positivi della vita, imparando le lezioni che essa ti riserva. Io sicuramente non proseguirò su questa strada di nuovo"


Keith Gillespie nasce nel 1975 in una cittadina del Nord Irlanda chiamata Larne.
Figlio di un ufficiale di una prigione e di un'infermiera, passa un'infanzia non certo immerso nell'oro con i genitori che gli ricordano costantemente che "senza lavoro duro non si va da nessuna parte".
Viene subito notato dal Manchester Utd quando aveva 16 anni ma nel club di Old Trafford dove si era da poco insediato Sir Alex Ferguson non sfonda.
Già in questa fase viene coinvolto in casinò e gioco d'azzardo.
Quindi a 15/16 anni, Gillespie spende gran parte dei suoi soldi in casinò e bookmakers.
46 sterline a settimana.

"Probabilmente ero troppo giovane per discoteche in quella fase, ma in certi momenti quando volevo uscire, non potevo permettermelo. 
E 'stato abbastanza difficile gestire le cose. 
Quando lasciai casa vivevo in un posto malridotto con Robbie Savage. 
Robbie è stato il mio compagno di stanza, il che significava ogni mattina svegliarsi al suono della sua asciugacapelli: era la mia sveglia.
Noi giovani, al termine degli allenamenti, pulivamo spogliatoi e gli scarpini dei grandi. 
Io mi occupavo di quelli di Lee Sharpe e Russell Beardsmore.
A 17 anni però firmai un contratto di 4 anni per un valore iniziale di £230 a settimana, complessivamente £ 20,000. 
Mi sentivo come un vincitore del Lotto.
Ferguson aveva spie ovunque a Manchester: sapeva che ero sempre in ricevitoria"

Partecipò comunque con la "Class Of 92" (Giggs, Scholes, Gary Neville, Butt più Robbie Savage e Beckham) alla vittoria nella FA Youth Cup.
Gillespie debuttò per i Red Devils nel campionato 1992-1993 segnando la prima rete contro il Bury nel terzo turno della FA Cup 1992-1993.
Ferguson, a posteriori, dirà che si trattò di un ottimo giocatore e non si spiegò perchè non riuscì a sfondare a Manchester (probabilmente la sua carriera sarebbe potuta essere migliore anche nelle altre squadre in cui, più o meno, si affermò).


IL PERIODO A NEWCASTLE: CASINO', SCOMMESSE E LA RISSA CON ALAN SHEARER
Dopo il prestito al Wigan, si trasferì a Newcastle United il 10 gennaio 1995, in cambio di Andy Cole e conguaglio (Andy Cole...uno che invece ad Old Trafford farà "discrete" cose).
Dopo qualche mese, l'esterno destro Kancelskis si trasferì all'Everton e l'unico calciatore in rosa per sostituirlo a Manchester era il giovanissimo David Beckham.
Ferguson rivuole Gillespie ma non se ne farà niente.
Gillespie rimase al Newcastle (firmando un contratto per superiore a quello dei tempi di Manchester) per tre anni e mezzo e, in questo periodo, giocò 143 partite, incluse 15 in Europa (sia Champions League che Coppa UEFA) e ha segnato 13 reti.

"A Newcastle, ho vissuto in un hotel per 5 mesi. Io non conosco nessuno che fece la stessa cosa, il mio modo di frenare la noia consisteva nello spendere soldi in casinò o dandogli agli allibratori.
Avevo 19 anni, stavo tornando a casa dopo i mesi passati in una camera d'albergo e fu più o meno qui che mi sfuggì la situazione di mano. 
Poco dopo forse il punto più basso: 48 ore non stop.
Persi £ 47.000 in un solo giorno e £ 15.000 il successivo. 
Il salario di un anno in 48 ore.
Ero ormai dentro e sapevo che ero ormai in grossi guai.

In seguito, l'introduzione di conti di scommesse online e tramite telofono era la cosa peggiore che potesse capitare. 
In passato, dovevo andare dagli allibratori, ora non c'era più bisogno di dare i soldi fisicamente al bookmakers"

Tra 96 e 97 guidò il Newcastle a raggiungere il secondo posto in Premier League, dietro alla sua ex squadra, il Manchester United.
Con gli stessi raggiunse anche la finale di FA Cup 1997-1998, anche se i Magpies furono sconfitti dall'Arsenal.
Keith Gillespie ed Alan Shearer erano grandi amici che passavano sempre serate e pomeriggi insieme a giocare a carte sul bus del Newcastle.
Sino a che nel febbraio 1998, in un bar di Dublino, si scatenò una furiosa rissa tra i due per motivi mai chiariti.
Gillespie ubriaco finì in ospedale.


BLACKBURN E LE ACCUSE DI STUPRO A LEICESTER
L'anno successivo viene acquistato dai Blackburn Rovers.
Durante le cinque stagioni passate a Ewood Park, giocò 138 partite.

"A Blackburn guadagnavo £ 14.000 a settimana di stipendio ma chiamavo così tanto Ladbrokes per scommettere che quando la persona all'altro capo udiva la mia voce, dicevano, "Mr Gillespie, numero di conto QT3561439 , vero? "Ero arrivato al punto che scommettevo più o meno su qualsiasi cosa. Ero sempre alla ricerca del prossimo vincitore: gare di cavalli, di cani, etc"

Poi arrivò un nuovo prestito al Wigan e la cessione al Leicester.
Nel 2004 Keith Gillespie venne accusato di stupro a La Manga.
Notti sicuramente indisciplinate quelle del soggiorno spagnolo ma a suo dire distorte da un tessuto di menzogne ​​ed esagerazioni.
Lui e i compagni di squadra Paul Dickov e Frank Sinclair vennero ingiustamente accusati di stupro.

"E' qualcosa che ha lasciato cicatrici profonde con me. E 'stato un momento molto difficile per me e per gli altri giocatori coinvolti"


L'ESPULSIONE PIU' VELOCE DI TUTTI I TEMPI CON LO SHEFFIELD UTD
Successivamente nel 2005, Gillespie firmò per lo Sheffield United, giocando un ruolo chiave nella promozione dello Sheffield in Premier League.

"Con lo Sheffield United mi sono reso conto che avevo un problema reale: le scommesse online era divenute un incubo per me. Spendevo continuamente un minimo di 100 dollari al giorno. 
Sapevo che dovevo smettere"

Il 20 gennaio 2007, durante un incontro al Madejski Stadium contro il Reading, venne espulso per condotta violenta (una gomitata a Stephen Hunt) 12 secondi dopo essere entrato in campo.
Questa, nel calcio inglese, divenne l'espulsione più veloce di un giocatore appena entrato in campo.
In realtà fu probabilmente l'espulsione più veloce della storia del calcio perchè venne espulso prima che la palla rientrasse in gioco, perciò è come se avesse giocato 0 secondi (insomma un record difficilmente battibile).
Il giorno dopo l'accaduto, chiese alla società di essere ceduto.
La sua carriera calcistica, grossomodo, finisce qui: tanti saranno i prestiti quà e là, sino al ritorno in patria dove viene comprato dal Glentoran.
Nel 2010, per scelte sbagliate (acquisto di sindacati per la produzione di film e serie TV) finisce in bancarotta.
Si ritira nel 2013 dopo 2 stagioni al Longford Town (Irlanda).
Con la nazionale Nord-Irlandese chiude con 86 presenze.
Si è calcolato che Keith Gillespie, durante i suoi 18 anni di carriera calcistica, abbia speso 7.215.875 di sterline, la maggior parte dei quali in scommesse e casinò.
Con punte massime di 100mila sterline al giorno.


T'interessano altri articoli su storie sportive(doping, scandali, suicidi, partite vendute, etc) e scommesse?
Qui trovi l'indice completo ed aggiornato del blog:  Indice Storie Sportive(Doping, Suicidi, Partite Vendute, Stake, etc)

Nessun commento:

Posta un commento