Visualizzazioni totali

venerdì 9 giugno 2017

Roy Lerner Del Millwall Si Scaglia Contro I Terroristi

Nell'attacco terroristico avvenuto a Londra il 3 giugno 2017, costato la vita a 7 persone, c'è chi ha non ha abbassato la testa davanti ai terroristi, provando a combattere malgrado tutto.
Stiamo parlando di Roy Lerner, inglese di 47 anni che tifa Millwall, proprio la squadra celeberrima negli anni 70 e 80 per via dell'Hooligalismo (quando in Inghilterra tirava davvero una brutta aria).
Per intenderci ulteriormente, i tifosi londinesi che si vantano di essere i più odiati del Regno Unito.
Grazie al suo coraggio decine di persone sono riuscite a salvarsi e a scampare alla furia omicida dei 3 terroristi che hanno seminato il panico nel centro della capitale inglese.
Lerner al momento dell'attentato, si trovava al Black & Blue Restaurant (a bere le sue solite 4-5 pinte) situato a pochi metri dal Borough Market, vicino alla fermata della metro di London Bridge.
All'interno del ristorante c'era molta confusione e tra i primi a rendersi conto che qualcosa non andava è stato proprio l'hooligans Lerner.
Resosi conto della presenza dei 3 attentatori, si è scagliato in solitaria e mani nude contro di loro, rispondendo agli slogan:

"This is for Allah! Islam, Islam, Islam...!"

Urlando:
"Andate a fancu*o, non me ne frega un caz*o. Sono del Millwall io"

Roy contro tre persone armate di coltello, ha rimediato 8 ferite da taglio, comprese alcune evidenti sul collo e sulla testa.
Il suo intervento però, ha di fatto portato via tempo ai terroristi e ha permesso agli altri ospiti del ristorante di scappare direttamente dalla porta principale e mettersi in salvo.
Pochi minuti dopo la situazione si è tranquillizzata, i militari hanno fatto fuori gli attentatori e hanno chiamato l'ambulanza per poter soccorrere, oltre a tutti gli altri feriti, anche Roy Lerner.
Intervistato da alcuni giornalisti dell'Independent, il tifoso del Millwall ha parlato dal suo letto d'ospedale, dove i medici gli hanno curato al meglio le ferite.

"Quando li ho visti mi son detto che avrei dovuto metterli a tacere, quei bastar*i. Ho fatto qualche passo in avanti e gli ho urlato quello che ormai tutti sapete. Ho agito d'impeto, forse sono stato un po' troppo frettoloso"

Moglie: "Non si è mai tirato indietro da una rissa. Conosco il suo carattere e so che in certe situazioni si fa prendere la mano. Per me comunque è un eroe, un ragazzo davvero troppo coraggioso"

I supporters del Millwall hanno già lanciato una petizione online per far sì che a Roy venga riconosciuta la "George Cross", l'onorificenza civile più alta per la Gran Bretagna e i paesi del Commonwelt, volta proprio a premiare i civili che si distinguono per gesti eroici come quello avvenuto sabato sera nel centro di Londra.


TIFOSI DEL BRISTOL CITY E LA TARGA DEL MILLWALL
Dopo di ciò anche alcuni tifosi di altre squadre si sono complimentati, su tutti quelli del Bristol City, capaci di appianare una divergenza vecchia di decenni.
Diversi anni fa, infatti, gli Hooligans dei Robins riuscirono a strappare una targa dal pullman dei giocatori avversari.
 Il cimelio è rimasto esposto al The Three Lions, pub e storico ritrovo della parte biancorossa di Bristol, fino alla decisione presa nelle scorse ore di restituire la targa rubata.
Dal suo letto di ospedale, Roy Larner potrà presto rivedere quel pezzo di storia del Millwall che per due decenni è stato celebrato dai tifosi rivali.


GLI ANTIFASCISTI
Per tutti ormai un eroe ma ma c'è anche chi non lo ritiene tale: anzi lo crede un criminale razzista e xenofobo:

"We are calling on the @metpoliceuk to arrest Roy Larner for verbally assaulting and attacking 3 Muslim men in London. #ReportIslamophobia": scrivono gli antifascisti su Twitter.
Da notare l'hashtag contro l'islamofobia.
Secondo la loro opinione quindi l'uomo avrebbe aggredito verbalmente e attaccato fisicamente tre islamici.
Il loro giudizio è solo uno: merita il carcere.

Nessun commento:

Posta un commento