Visualizzazioni totali

giovedì 7 agosto 2014

Tutti I Tipi Di Lanci Del Baseball (Sinker, Fastball, Slider, Knuckle Ball, etc )

Nolan Ryan: «Non uso particolari trucchi o strane tecniche per aumentare la mia concentrazione. Metto solo tutte le altre cose da parte e mi focalizzo completamente sull’eliminare i battitori. Mantenere la concentrazione dipende da quello che chiamo “tunnel vision”: non esiste nient’altro al mondo che la zona di strike, il battitore e il mio lancio»


Four-Seam Fastball
Questo è il lancio più comune nel baseball e quello che raggiunge le massime velocità (oltre 90 miglia orarie).
La palla ruota con “backspin” e non ha nessun tipo di movimento laterale.
Modificando la distanza tra l’indice e il dito medio o la posizione del pollice a volte si riesce ad imprimere un movimento laterale alla palla.
La palla come detto parte carica di backspin e arriva nel guantone del catcher più o meno dritta.
Durante il volo, il backspin crea una certa pressione al di sopra e al di sotto della pallina, contrastando parzialmente la forza di gravità; le cuciture contribuiscono a stabilizzare la pallina che compie quindi una traiettoria piuttosto costante e dritta.
Per un battitore colpire una fastball è complicato, perché per via della velocità deve anticipare il timing del proprio swing.


Two-Seam Fastball 
La “2-seamer” è una dritta impugnata in modo leggermente diverso dalla 4-cuciture.
Questo lancio solitamente si muove lateralmente dal lato del braccio del lanciatore e verso il basso.
Questo movimento è il risultato delle cuciture che attraversano l’aria in modo differente, facendo sì che la palla venga spinta lateralmente e verso il basso.
In media questo lancio è 1-3 mph più lento che una “4-seamer”.
In generale la pallina tende a deviare in prossimità del piatto, rendendo difficile il contatto, che, qualora avvenga, di solito si trasforma in una battuta debole facilmente preda degli interni/esterni.
Quando il movimento verso il basso è notevole si parla di “sinker”.


Sinker
Il sinker è semplicemente una dritta leggermente più lenta e con un notevole movimento verso il basso.
Da non confondere con il Change-Up (Cambio di Velocità).
Il sinker oltre al diverso tipo di grip, necessita di un movimento del braccio leggermente diverso da quello della dritta.
Infatti per tirare un buon sinker c’è bisogno di una notevole pronazione dell’avambraccio nella fase di rilascio.
Un sinker lanciato dalle ginocchia in giù può risultare un ottimo lancio, ma se lasciato alto nella zona dello strike risulta un lancio molto facile da battere.
Insomma se eseguito bene, “affonda” al momento di arrivare sul piatto, ingannando il battitore, che nella migliore delle ipotesi riesce a ottenere una innocua ground-ball.
Basta però sbagliare di qualche decina di centimetri il lancio e sono dolori.


Change-Up/Palmball(Cambio di Velocità)
Il Cambio di velocità è caratterizzato da uno spin molto simile a quello della dritta (avendo lo stesso spin sia per la dritta che per il cambio, un battitore non è in grado di fare gli aggiustamenti necessari per colpire la palla al meglio).
In media 8-15 mph più lento della dritta (e questo che manda in tilt il battitore che pensa sia partita una Fastball. La velocità viene percepita a metà tragitto ma ormai è troppo tardi, arriverà un "swing and miss").
Alcuni pitcher hanno un cambio che si affida di più sul movimento, simile a quello di un sinker ma molto più lento, piuttosto che alla differenza di velocità rispetto alla dritta.
L’ideale sarebbe avere una grande differenza di velocità tra dritta e cambio e un buon movimento sulla palla.
Per il cambio, come per molti altri lanci, non esiste un’impugnatura giusta o sbagliata.
Ci sono diversi tipi di grip.
Per trovare l’impugnatura giusta bisogna provare in allenamento, e capire quale grip fa al caso nostro.


Circle Change-Up
Una delle più famose varianti del cambio è il "Circle Change-Up", dal cerchietto che si crea tra pollice e indice quando si impugna la pallina.
Questo grip produce una traiettoria per molti versi simile a una breaking ball, perché tende a “spezzare” sia in orizzontale che in verticale.


Cut Fastball/Cutter
La “Cut Fastball” fa sempre parte della famiglia delle dritte, ma si muove in direzione opposta alla 2-seam fastball.
Appena rilasciato sembra una dritta (Fastball) ma durante il suo tragitto verso il piatto continua a spostarsi verso la parte del guanto del ricevitore.
È difficile da individuare per un battitore perchè sembra in tutto e per tutto una dritta ma si sposta lateralmente alla zona di strike.
In media ha una velocità più elevata dello Slider ma minore della dritta (4-5 mph in meno).
Questo tipo di lancio è molto difficile da eseguire correttamente, perché se ci si sbaglia e viene lanciato con uno spin sbagliato o in mezzo al piatto diventa il tipico “cement mixer”.


Breaking Ball
Il lanciatore “rompe” il suo polso durante la fase di rilascio consentendo alla pallina di acquistare una particolare rotazione il cui effetto è quello di generare dei movimenti laterali o discendenti.
Ma il significato è anche riconducibile alla “rottura” quasi innaturale della traiettoria durante il volo. La differenza con le Fastball sta in sostanza nella minore velocità della pallina (circa 10 miglia orarie in meno).
 Questo tipo di lanci presuppone un’ottima intesa tra pitcher e catcher, il quale deve essere pronto a reagire immediatamente agli eventuali rimbalzi delle palline che toccano terra, ma anche a quelle che si spostano troppo lontane dall’area di strike.
La meccanica innaturale di lancio presuppone un’abilità che si acquisisce con il tempo.
La fisica che sta dietro al volo è dovuta alla rotazione in topspin che crea pressione solo sulla parte superiore della pallina, aggiungendo un’ulteriore spinta a quella della forza di gravità e causando la repentina e improvvisa caduta della pallina.
Tra le più belle breaking ball che si possono ammirare: la Slider e la Curveball.


Slider
Questo lancio si muove dal braccio di rilascio verso il braccio del guanto del ricevitore.
In media è 7-9 mph più lento della dritta 4-cuciture.
Quando è lanciato correttamente, il battitore è in grado di vedere un “puntino rosso” formato dalla convergenza delle cuciture durante la rotazione.
Simile ad una Cut Fastball ma con meno velocità e con la tendenza ad affossarsi verso terra.
Per i destri va da destra verso sinistra, andando verso il basso.


Curveball (Curva)
Più lenta rispetto ad uno slider, la curva ha diverse varianti e tutti solitamente "spezzano" molto.
Quella più comune ha una caduta definita 12-6 (come le lancette dell’orologio), altre varianti hanno cadute 1-7.
Quando viene rilasciata dal lanciatore la palla assume un “topspin” e sembra formare una gobba, data dal tipo di rotazione particolare (opposta a quella della dritta).
Se eseguito bene è un lancio difficilmente contrastabile (la traiettoria è molto difficile da leggere, è come se la palla creasse un'illusione).


Slurve
Una via di mezzo tra lo slider e la curva.
Non esiste un’impugnatura specifica per la slurve.
Solitamente è più vicina alla velocità della curva che dello slider.
La maggior parte dei lanci che vengono definiti “curve” in realtà sono delle slurve.


Split Finger
Può essere lanciato forte o piano (con lo stesso scopo del cambio).
Nonostante il cambio di velocità, l’azione del lancio è la medesima.
La palla semplicemente cade prima di arrivare al piatto.
Questo lancio inizia la sua traiettoria nella zona di strike per poi cadere a terra, rendendo quasi impossibile il contatto.
Questo tipo di lancio è raramente lanciato per strike, e viene utilizzato principalmente dal lanciatore per ottenere lo strike out.
Se lanciato con troppa frequenza può provocare gravi danni al gomito. Quindi consiglio di lanciarlo solamente se si è coscienti di quello che si fa.


Knuckle Ball
La Knuckle Ball è un lancio molto lento (60/70 miglia orarie), quasi privo di rotazione, che rimane in balia delle turbolenze generate dall’aria (vento, acqua nel caso, umidità, forza di gravità).
Un lanciatore di Knuckle Ball ha nel repertorio quasi esclusivamente questo lancio.
Si tratta di un lancio estremamente difficile da lanciare e soprattutto da controllare.
La difficoltà nel battere questo lancio è che non avendo rotazione è impossibile prevedere la traiettoria, inoltre, la sua lentezza è una trappola per i battitori impazienti.
Se comunque non avviene il cambio della direzione (per via dell'intemperie) è un lancio facilmente battibile.
Un detto americano sulla Knuckle Ball dice: "if its high, let it fly, if its low, let it go" (se non arriva nell'aria di strike, lasciala andare).
Un altro di Richie Hebner dice: "battere una Knuckle Ball è  come mangiare una minestra con la forchetta"


T'interessano altri articoli su storie sportive(doping, scandali, suicidi, partite vendute, etc) e scommesse?
Qui trovi l'indice completo ed aggiornato del blog:  Indice Storie Sportive(Doping, Suicidi, Partite Vendute, Stake, etc)

Nessun commento:

Posta un commento