Visualizzazioni totali

martedì 7 marzo 2017

Scommesse Singole o Multiple? Probabilità Di Vincita ed Aggio

Una scommessa giocata in singola prevede che venga pronosticato un singolo evento: nel momento in cui tale evento si verifica, la scommessa è vincente.
Le scommesse multiple prevedono il pronosticare di più eventi (20 o 30 dipende dal bookmaker) contemporaneamente.
Per definirsi vincente è necessario che tutti i pronostici di cui è composta risultino corretti.
Come sappiamo più la quota offerta dal bookmaker è bassa, più la probabilità di vincita è alta.


PROBABILITA' DI VINCITA IN SINGOLA E MULTIPLA (SENZA QUOTA)
Giocando 1 singola (1X2) ho 1 possibilità su 3, ovvero il 33%.
Invece una multipla con 2 eventi (1X2) ho 1 possibilità su 9 (3 alla seconda), ovvero l'11% (100% diviso 9).
Se gioco 4 partite (1X2) in una multipla ho 1 possibilità su 81 di indovinarla (3 alla quarta), che in percentuale significa avere l’1.23% di possibilità di vincita.
Se gioco una multipla a 5 squadre ho 1 possibilità su 243 di prenderla (3 alla quinta), che in percentuale vuol dire lo 0.41%!
Come detto matematicamente parlando, 1X2, vuol dire che uno dei tre segni ha il 33.33% di riuscita.
Cioè 100% diviso 3 (che sono i tre esiti).
Banalmente Over 2.5 ha il 50% di esito positivo (le alternative sono due: Over 2.5 o Under 2.5 quindi 100% diviso 2)).
E così via.
Giocando una multipla invece (ipotizziamo 1 ed Over 2.5):
0,33 * 0,50 = 16.5%
Inserendo un terzo evento (ipotizziamo un Under 2.5): 0,33 * 0,50 * 0,50=0,082 (moltiplicando per 100 avrò la percentuale, ovvero l'8%).
Ovviamente questi sono calcolo molto approssimativi perchè così facendo non terremmo conto delle differenze di valori in campo, d'infortuni, fattore campo e così via.
In poche parole non terremmo in considerazione la quota.
Però concettualmente le probabilità sono queste, il calcolo esatto invece avviene considerando anche la quota.


PROBABILITA' DI VINCITA IN SINGOLA E MULTIPLA (CON QUOTA)
Ipotizziamo che il bookmaker proponga le seguenti quote:

Manchester United v Liverpool: 1 (2.17) X (3.44) 2 (4.00)
Chelsea v Manchester City: Under 1.5 (1.75) Over 1.5 (2.38)

Probabilità evento 1: (1/3 + 1/2.17)/2 = (0.33 + 0.46)/2 = 39.5%
Probabilità evento X: (1/3 + 1/3.44)/2 = (0.33 + 0.29)/2 = 31%
Probabilità evento 2: (1/3 + 1/4.00)/2 = (0.33 + 0.25)/2 = 29.5%
1/3 ovviamente si riferisce al 33.33% visto prima.

Probabilità evento Under 1.5: (1/2 + 1/1.75)/2 = 0.54 = 54%
Probabilità evento Over 1.5: (1/2 + 1/2.38) = 0.46 = 46%
Stesso discorso qui (1/2=50%).

Per la multipla invece:
Giochiamo X (0.31 = 31%) ed Over 1.5 (0.46 = 46%)
Probabilità di vincite della multipla: 0.31 * 0.46 = 14%

Se invece giocassimo: 1 (0.395 = 39.5%) ed Under 1.5 (0.54 = 54%), la probabilità di vincita della multipla sarebbe: 0.395 * 0.54 = 21.3%

Come si può notare all'aumento delle partite giocate in multipla, le probabilità di vincita crollano miseramente.
Dal canto loro i bookmakers provano ad invogliare gli utenti a giocare in multipla offrendo bonus o promozioni.


CALCOLO SOLO CON QUOTE
Considerando solo le quote invece (senza tener presente, i 3 esiti o i 2 esiti possibili), basta fare 1 diviso la quota.
Con una quota di 1.30, avremo 1/1.30=0.76 (cioè 76%).
Legando due 1.30: 0.76 * 0.76=0.58 (58%).
Tre 1.30: 0.76 * 0.76 * 0.76=0.44 (44%).
Multipla con quattro quote date ad 1.30: 0.76 * 0.76 * 0.76 *0.76=0.33 (33%).

Come si può vedere le %, crollano bruscamente all'aumentare degli eventi inseriti in scommessa.
Per semplicità abbiamo considerato scommesse con eventi dati tutti ad 1.30
Ovviamente il calcolo è lo stesso legando quote diverse (1/1.30 * 1/1.50 * 1/1.85 * 1/1.55 * 1/3.05 e così via).


AGGIO
Si tratta di una tassa che va a gravare sulle quote offerte dal bookmaker.
Questa tassa si aggira normalmente intorno al 6-8% e viene “spalmata” equamente sui vari esiti di ogni scommessa possibile (quote più alte vuol dire aggio più basso quindi a lungo termine più guadagno per voi e meno per il bookmaker).
In un mondo ideale l'Under 2.5 ed Over 2.5 (ma vale anche per il pari/dispari, l'1X2, etc) le reali probabilità di vincita sono chiaramente 50% e 50%.
Da queste % ricaviamo le quote con una semplice divisione (100/50) e otteniamo la quota 2.00 sia per l'Under 2.5 che per l'Over 2.5.
In realtà non troveremo mai un bookmaker che quota l'Under 2.5 e l'Over 2.5 a 2.00 perchè è chiaro che a lungo andare (all'infinito) non avrebbe nessun guadagno sulle giocate.
Ce lo dicono le statistiche (è lo stesso discorso di lanciare in aria una moneta: all'infinito testa/croce saranno più o meno al 50%, stesso discorso per le vincite/perdite).
Di solito in questi casi vengono offerte quote a 1.85 per entrambe le opzioni.

Calcoliamo l’aggio su questa scommessa (100 diviso la quota):
100/1.85 = 54.05%
100/1.85 = 54.05%
Calcoliamo l'aggio: 108.10 - 100=8.10%

Il bookmaker nel lungo termine avrà un ritorno dell’8.10%.
Dunque le quote per questa particolare partita avranno una commissione (aggio) del 8.10%, che rappresenta appunto il profitto del bookmaker (a prescindere dall’esito finale della partita).
E’ chiaro che, giocando in multipla, non solo diminuisci drasticamente la tua probabilità di vittoria, ma ovviamente l’aggio del banco aumenta a dismisura!
Infatti ad ogni singolo evento che aggiungete alla scommessa dovete moltiplicare i singoli aggi sulle singole partite.
Mettiamo il caso che avete una multipla con 5 partite con un aggio del 4% a partita, avremo 4 * 4 * 4 * 4 * 4 = 4096%  di aggio del banco.

Se ho tre quote:
1:   1.90
X:  3.40
2:   4.00

Tanto è minore la quota proposta su un evento tanto maggiore è la probabilità che questo evento si verifichi.
Per ottenere la probabilità in percentuale, si deve dividere il fattore 100 per ogni quota (es. 100/1.90 = 52.6), ottenendo questi risultati:

1:   52.6
X:  29.4
2:   25.0

Facendo la somma appunto non otteniamo 100, ma un valore sempre più grande, che viene chiamato aggio come detto (ma anche lavagna o allibramento).
Avremo 107.04.

Le reali probabilità associate al segno 1, al pareggio e al 2 (calcolate al netto della lavagna) saranno ottenute così: per esempio la percentuale del segno 1 sarà dato dall’equazione: 52.6 * 100 diviso 107.04, ovvero 49.1% per il segno 1.

Avremo:
1:   49.1 %
X:  27.5 %
2:   23.4 %

E per le multiple?
Abbiamo appena visto che la percentuale del segno 1 è del 49.1%.
Se aggiungessimo una quota uguale (49,1%), dovremmo fare questa semplice operazione:

(49.1 x 49.1) : 100 = (2.410.81) : 100 = 24,10%
Ecco quale sarebbe la probabilità di prendere questa multipla.
Inserendo 5 eventi con più o meno il 50% di vittoria per ogni evento, avremo una probabilità di vincita del 2.8%.
Cioè 1 possibilità su 35 schedine giocate (100 diviso 2.8%).
Indipendentemente dal fatto di vincere o meno una grossa scommessa in multipla, a lungo termine, continuando a giocare in multipla e con quote simili quei soldi non potrete che perderli tutti.
Giocare in multipla vuol dire aumentare l'aggio a dismisura (arricchendo il bookmaker che guadagna a prescindere dall'esito finale) e diminuire le vostre probabilità di vittoria.
In generale quando si gioca in multipla l'importante sarebbe non scendere sotto il 30% di possibilità, magari riducendo il numero di eventi ed aumentando l'importo giocato.


T'interessano altri articoli su storie sportive(doping, scandali, suicidi, partite vendute, etc) e scommesse?
Qui trovi l'indice completo ed aggiornato del blog:  Indice Storie Sportive(Doping, Suicidi, Partite Vendute, Stake, etc)

Nessun commento:

Posta un commento